Scarpe top di gamma: le elette

Tutte le più grandi marche del mondo del running hanno un modello di punta, il top di gamma. Un modello presentato tra le ultime novità.

E, anche se in molti non lo sanno, esiste tantissima ricerca -ed investimenti- dietro alla progettazione di una scarpa da running.

Come la tecnologia ha cambiato il running

Negli ultimi 10 anni, l’evoluzione delle scarpe da corsa è stata enorme. Siamo passati da modelli che facevano la loro parte senza preoccuparsi troppo del comfort, modelli noiosi -per non dire BRUTTI- esteticamente e neanche durevoli, a modelli con estetica e texture variegate, comode e con un processo di fabbricazione di alta qualità.

mejores-zapatillas-running-runnics

Correre si è convertito in uno sport massivo e le marche hanno potuto aumentare il loro budget di I+D, per scoprire nuove tecnologie e materiali con i quali fabbricare scarpe più ammortizzate e prestanti, con un peso sempre più ridotto.

Il recente lancio delle Asics Gel Quantum 360 (del quale parleremo a seguire) è una prova di questo fenomeno, con uno sviluppo durato 8 anni. La tecnologia Boost di Adidas impiegò 4 anni ad esser concepita.

Le Fresh Foam di New Balance rimasero in laboratorio vari anni…. e non immaginiamo nemmeno cosa stanno sviluppando attualmente i dipartimenti I+D delle diverse marche.

Le migliori scarpe da running?

Le scarpe top di gamma (da non confondersi le “top guay” o simili) si chiamano così per essere al di sopra dei modelli di “gamma alta” nel catalogo delle marche. Sono le più care e solitamente anche le meglio ammortizzate, quelle che adottano le migliori tecnologie del marchio.

I modelli top di gamma non devono necessariamente essere i migliori modelli da running per ogni corridore

Però c’è da chiarire che le più care non sono le migliori. Nel mondo delle scarpe da corsa, i modelli top di gamma si realizzano per runner di peso medio-alto che non son capaci di “muoversi” senza questo tipo di ammortizzazione.

Son perfette per runner di 80-85kg, ma per quelli di 60kg, in generale, sono più adeguati dei modelli di gamma media, rispetto a queste più pesanti e con un’ammortizzazione eccessiva rispetto al peso da sostenere.

I modelli top di gamma più popolari

Facciamo ora un breve ripasso delle scarpe da running “top di gamma” più diffuse del momento. Il meglio del meglio di ogni marca, i sogni più alti dei dipartimenti di ricerca e sviluppo. Queste non sono tutte le top di gamma, ma una nostra selezione…

Asics Quantum 360

asics-gel-quantum-360

Lanciate da solo qualche settimana e promettono già essere il modello più prestante di Asics. Contengono più GEL nell’intersuola che ogni qualsiasi altra scarpa Asics (anche più delle Asics Gel Nimbus 19 e delle Asics Gel Kayano 23), fattore che le rende adeguate solo a runner al di sopra degli 85 kg.

Nonostante tanta ammortizzazione, la stabilità non è stata compromessa e son comode fin dalla prima calzata. Sono ideali per allenare tutti i giorni a ritmi al di sopra dei 5:00/km.

Mizuno Wave Prophecy 7

mizuno-wave-prophecy-4

Il modello Prophecy venne realizzato con ben 7 anni di ricerca e sviluppo. Con una tecnologia (U4iC) dell’intersuola che mise sotto sopra la marca giapponese, la Prophecy aprì una nuova era per Mizuno.

Alla fine questo grande sforzo non si é poi tradotto in un adeguato ritorno di vendite per la Prophecy, poiché pensate per un segmento di pubblico ridotto, ma é sicuramente servito per creare altri modelli, come ad esempio le Mizuno Wave Rider 20.

Il sistema di ammortizzazione della Prophecy è diverso da quello presente in altre marche, visto che non sono hanno inserito il composto nell’intersuola, ma anche in delle placche che aggiungono un extra, oltre ad una maggiore reattività. La sensazione è davvero diversa rispetto a qualsiasi altra scarpa, indubbiamente degna di esser provata.  

La tomaia offre una comodità estrema ed un eccellente stabilità. Proveranno queste sensazioni solo runner con peso superiore agli 80-85 kg che cercano un modello per allenare ad un ritmo superiore di 4:45-5:00/km.

Adidas Ultra Boost 4.0

adidas-ultra-boost-blach-white

Quando presentano un nuovo modello come  “la miglior scarpa da corsa della storia”, bisogna aspettarsi una pioggia di critiche. Fortunatamente, é praticamente l’unico errore (se così vogliamo considerarlo)  che fece Adidas.

Le Ultra Boost hanno saputo mantenere le promesse di questo gran livello di aspettativa e la maggior parte della gente che le ha comprate, è rimasta estremamente contenta.

È la prima scarpa da corsa ad avere l’intera infrasuoni in boost. Comoda, ammortizzata, stabile… Con una sensazione soffice a ritmo lento, e con maggior risposta quando si vuole applicarle un extra di forza.

Saucony Zealot ISO

saucony-zealot-iso

Le Zealot sono diverse dalle scarpe che abbiamo visto finora. Mentre le precedenti erano scarpe robuste, dotate di buona ammortizzazione, perfette per corridori di peso alto, le Zealot sono perfettamente adeguate anche a quelli di peso medio (a partir dai 65-70 chili).

Hanno ancora un’eccellente ammortizzazione, però per come è strutturata, il drop delle scarpe (solo 4 mm) e il loro peso (235 gr  nel modello da uomo) fa di esse un modello più rapido, capace di esser portato comodamente fino ai 4:00/km.

 

Nike Flyknit Lunar 3

nike-flyknit-lunar-3

Flyknit Lunar fu il primo modello ad incorporare la tecnologia adottata come parte del nome: la Flyknit, con la Lunarlon. La Flyknit si trova nella tomaia e consiste in un solo filo che da forma al tessuto. Si adatta perfettamente al piede, conferendo anche un’ottima reattività e durata.

Come succede con tutte le scarpe di Nike, sono estremamente comode (lo dico perché le indosso tutti i giorni).

L’ammortizzazione, data dal Lunarlon, non così abbondante come nei modelli precedenti e quindi adeguata a corridori fino agli 80-85 kg e per ritmi fino a 4:00-4:15/km.

Conclusione: i modelli top di gamma sono le scarpe da running più adatte a me?

Se sei un runner con peso al di sopra degli 80 kg (o dei 65kg, se sei donna) e cerchi la miglior ammortizzazione del mercato, non aver paura di sbagliare: i modelli top di gamma sono i migliori adatti a te.

Possono essere una buona opzione anche se stai cominciando nel mondo del running e vuoi dotarti della miglior ammortizzazione possibile per proteggere al massimo le tue ginocchia, a compensazione di una tecnica di corsa migliorabile.

In casi diversi da questo, é probabile che modelli di gamma alta o medio-alta siano la scelta perfetta per te.