Scarpe da running per donne: la guida definitiva (edizione 2018)

In molti credono che le scarpe da running per donne sono semplici adattamenti del modello maschile, declinandolo in rosa e con una numerazione inferiore.

Completamente sbagliato. Esistono differenze fisiologiche e biomeccaniche tra uomini e donne che condizionano il modo di correre dio ognuno, però quali sono queste differenze? E il punto più importante cosa deve tenere in conto una donna, per scegliere una scarpa da running?

In questo articolo cercheremo di fugare, una volta per tutte, i dubbi principali sulle scarpe da running da donna e concludere anche tanti anni di pregiudizi contro le sportive. Non tanto tempo fa, nel 1981, uscì questa copertina che Runner’s World dedicava alle donne runners… no comment.

zapatillas-running-mujer-1981

Gli uomini vengono da Marte e le donne da Venere: Le differenze principali

Donne e uomini sono anatomicamente differenti, ma queste differenze non si limitano a peso e/o dimensione. La forma del pide, il movimento muscolare e la struttura ossea della donna sono diverse da quelle maschili. Differenze nel modo di svolgere un esercizio e nel materiale utilizzato.

  • Il piede -in generale, e il tallone in particolare- della donna è più stretto di quello dell’uomo
  • Il collo del piede femminile è più alto e l’arco più lungo
  • L’ angolo Q -(angolo del quadricipite) -o la relazione anatomica tra anca e ginocchio- es dai 5 ai 7 gradi
    superiori nelle donne e questo provoca che esse tendano a spostare il peso nella parte esterna del piede, che può provocare un eccesso di pronazione, instabilità all’impatto del piede e un maggior rischio di lesioni.

  • Lo spazio tra i metatarsi (che uniscono le falangi al resto del piede) è diverso. Questo dato ha una particolare importanza perché, anche se normalmente il metatarso sostiene il 43% del peso corporeo, le donne tendono a sovraccaricare questa zona per l’uso dei tacchi. Con un tacco di 6cm, fino al 75% del peso corporeo ricade sul metatarso, sottoponendolo ad uno sforzo al quale non è preparato.

zapatillas-running-mujer-tacones

Uno studio del Centro per la ricerca sulla motricità dell’Università di Pensilvania dimostra che “i piedi e le gambe femminili non sono semplici versioni ridotte di quelli maschili, ma sostanzialmente diversi in caratteristiche morfologiche, in particolare modo nell’arco, il laterale del piede, l’alluce e il metatarso“. E conclude sostenendo che queste differenze devono considerarsi nel design e durante il processo di creazione di scarpe sportive da donna.

Come si adattano le scarpe da running da donna alle sue caratteristiche?

Nonostante le differenze morfologiche e biomeccaniche tra uomini e donne si conoscano da centinaia di anni, le scarpe sportive maschili e femminili sono state identiche per lungo tempo. Per fortuna, poi i tempi sono cambiati e le principali marche sportive hanno cominciato a disegnare modelli con caratteristiche specifiche da donna.

Le principali marche sportive progettano già i loro modelli principali di scarpe specificamente per uomo e donna e persino modelli di lancio pensati esclusivamente per loro.

  • La differenza di peso tra le scarpe da uomo e da donna non è così grande come sembra, ma è in gran parte dovuta alla differenza di altezza presa come riferimento. Normalmente, il peso indicato per le scarpe da uomo è nella taglia 9 USA, che corrisponde, in genere, a 42 EUR e 27 centimetri mentre le donne di solito si riferiscono ai 7 USA, cioè a 38 EUR e 24 centimetri. Se uguagliamo la taglia in entrambe le scarpe e scegliamo la scarpa di 27 centimetri di entrambi i sessi (9 US per gli uomini e 10,5 US per le donne) oi 24 centimetri (5,5 US per gli uomini e 7 US per le donne) avremmo due scarpe con un peso analogico.
  • Alcune marche aumentano leggermente il drop (differenza di altezza tra il tallone e la punta) per compensare la minor forza e flessibilità del tendine di Achille (dove le donne sono più propense degli uomini ad avere tendinite), derivanti dall’uso dei tacchi. Ad esempio, la versione da donna delle Asics Kayano 24 hanno un drop di 13 mm, 3 in più rispetto agli uomini.
  • Di solito si usa una ammortizzazione inferiore per compensare il peso corporeo ridotto (la versione femminile di un modello da running in media pesa un 20-25% in meno della versione maschile) e si distribuisce in modo diverso per proteggere meglio la parte anteriore del piede, che è molto più delicata.
  • Le scarpe sono più strette per adattarsi alla forma del piede femminile e alcuni modelli adattano anche la forma dell’upper per aumentare lo spazio destinato al collo del piede, anche se la maggior parte delega all’allacciatura delle scarpe l’adattamento all’arco e al piede femminile.

Può un uomo usare delle scarpe da donna?

Certo … ma le caratteristiche speciali della stessa non lo rendono particolarmente consigliabile e che normalmente lo consigliamo solo per casi estremi per taglie molto piccole negli uomini.

In generale, i marchi di solito iniziano scarpe da uomo in 5,5 Stati Uniti o 6 Stati Uniti, cioè intorno a 38-39 EUR o 24 – 24,5 centimetri e non lo fanno in tutti i loro modelli quindi, per gli uomini che hanno dimensioni uguali o inferiori a 7 US (40 EUR) le scarpe da donna potrebbero essere fattibili.

Al contrario, le donne con grandi taglie di solito non rappresentano un problema così grande perché lì puoi trovare le scarpe sopra gli 8,5 US, cioè 40 euro.

Per voi che state tentando di usare le scarpe del sesso opposto, notate che non cambia solo la lunghezza, ma anche la larghezza, perché la larghezza “normale” o “standard” è diversa e per le donne è più stretto. Sebbene in Europa non sia molto comune trovarli, i marchi di solito producono versioni dei loro modelli principali con diverse larghezze. La larghezza predefinita per le donne è “B” mentre per gli uomini è “D”, quindi gli uomini dovrebbero acquistare solo modelli con larghezza speciale “D” … o meno, se hanno un piede più stretto del normale.

Le migliori scarpe da running da donna

Al giorno d’oggi, i corridori possono già trovare una vasta gamma di scarpe da corsa per le donne e, in caso contrario, guardare l’ampio catalogo che abbiamo in Runnics per voi.

Se vuoi un piccolo aiuto o una guida, allora ti proponiamo un paio di scarpe che hanno una versione specifica per le donne o meno, di solito funzionano molto bene ed è per questo che di solito consigliamo quando ce lo chiedi. Come sempre, li raggruppiamo in base al tipo di utilizzo e li prendiamo come guida di partenza perché, come sapete, la scelta finale dipenderà da ogni caso particolare: come state e come li userete.

Scarpe da allenamento

Se vuoi delle buone scarpe da allenamento, comode e resistenti, in Asics puoi trovare alcune delle migliori ruote che si distinguono tra l’Asics Gel Nimbus 20 se sei neutrale e l’Asics Gel Kayano 24 se hai bisogno di supporto.

Se hai un peso medio e desideri qualcosa di un po’ più leggero e agile senza rinunciare a quei grandi livelli di ammortizzazione e comfort, non perdere l’Asics Gel Cumulus 19 se sei neutrale o se usi le solette oppure la rinnovata Asics GT-2000 4 che , in questa sesta versione hanno fatto un enorme salto di qualità

I tedeschi Adidas sono anche molto consapevoli del tema specifico del design per le donne e le loro cime leggermente più larghe sono ben note per dare più spazio nella zona delle borsite o delle tomaie più adattabili. In questo senso, le raccomandazioni dell’Adidas Supernova Glide 9 tendono a darmi risultati molto buoni, quando mi chiedono scarpe da allenamento neutre, imbottite e comode.

Ovviamente, l’Adidas Ultra Boost è una scommessa sicura ed è il modello che di solito indico quando vuoi qualcosa di un po’ più agile, flessibile o se vuoi dare priorità al comfort. Sono perfetti anche se vuoi delle scarpe da passeggio.

Anche in New Balance stanno facendo un ottimo lavoro, e qui ho chiaro perché il New Balance 1080 v8 è tremendamente versatile nei tipi di impronte e nei ritmi e anche i pesi che sono in grado di coprire, sono praticamente scarpe ” tutto il pubblico “e, inoltre, in questa ottava versione supportano già molto bene i modelli personalizzati e eliminano completamente il rischio di sfregamenti nell’area dell’arco.

Se sei uno di quelli che hanno bisogno di un po’ di supporto hai altri candidati molto fermi, perché con l’evoluzione che ha avuto il New Balance Fresh Foam Vongo v2, hai un vantaggio di stabilità senza che si suppone che siano invadenti e, data la morfologia del Il corpo femminile sembra andare meglio di 1080 v8. Penso che non ci sia ancora stata una ragazza che è stata raccomandata e mi ha detto che non hanno fatto bene.

E per chiudere la sezione delle scarpe da allenamento non poteva mancare il contributo di Baltimora dove la cosa è anche abbastanza chiara come con la coppia che fa vincere la Nike Vomero 13 e la Nike Pegasus 34 a molte ragazze.

Il primo (Vomero 13) qualcosa di più morbido e confortevole e il secondo (Pegasus 34) per chi desidera qualcosa di un po ‘più agile e dinamico o una scarpa per le gare a media e lunga distanza.

Infiniti di colori tra cui scegliere, tomaia morbida e adattabile come pochi altri, tocco piacevole e con risposta nel caso di Pegasus o molto comoda nel caso di Vomero, adatta per modelli, buon comportamento in quasi tutte le superfici e prezzi contenuti, … Qualcosa che vedono in tanti piedi di corridori.

Scarpe miste

Se dai uno sguardo alle scarpe miste, perché hai bisogno di qualcosa per salire sull’acceleratore in serie o nelle competizioni, ti divertirai molto e probabilmente ti costerai, non perché non ci siano opzioni ma al contrario perché, proprio ora, il segmento delle sneakers miste è probabilmente il design più lavorato per catturare il pubblico femminile.

Se non hai bisogno di qualcosa di molto caldo o preferisci qualcosa che, anche se è misto, ti permette di rotolare con un po ‘di conforto in medie o anche lunghe tirature, con il New Balance 890 v6 risorto non fallisci e se noti troppo “allenamento”, allora niente, fai il salto al New Balance Fresh Foam Zante v4 o anche al New Balance 1500 v4 che oltre a dare un plus di supporto, ti porta molto più vicino a quello che sarebbero le scarpe volanti.

Né penso che non ti piaccia l’Adidas due: Adidas Adizero Boston 6, comodo e ammortizzato ma con un sacco di scintillio e un po ‘più docile e con un supporto in più Adidas Adizero Tempo 9. In entrambi i casi, chiaramente differenziato dal modello dell’uomo, con la tomaia più adattabile alla morfologia che di solito ha le donne nei piedi

Abbiamo completato i suggerimenti con la Mizuno Wave Shadow che, da quando sono apparsi nell’autunno del 2017, molti corridori hanno vinto e non potevano mancare al leggendario Asics Gel DS Trainer 23, uno stereotipo di come le scarpe miste dovrebbero essere supportate.

E, per chiudere la sezione, due suggerimenti un po’ audaci per l’incorporazione della chiusura BOA come un sistema di legatura, sia in New Balance che a cui non si può non dare un’occhiata se si è triatleti. Da un lato la nuova, solida e reattiva New Balance FuelCore Sonic v1 e, dall’altra, la New Balance 1500 V2, entrambe progettate da e per il triathlon, belle, comode, …

Scarpe da competizione (o ultraleggere)

Ti sei perso le scarpe della sezione precedente e vuoi qualcosa in più? Nessun problema, guarda per vedere come il nuovo Mizuno Wave Emperor 3 che viene dall’Estremo Oriente per facilitare il raggiungimento dei tuoi migliori marchi nelle gare brevi, tipicamente 10 K o meno.

Anche se, se vedi che lo sono anche loro (non dimenticare che sostituiscono il Mizuno Wave Ekiden 11), non ti preoccupare perché, senza lasciare il marchio giapponese hai il Mizuno Wave Sonic, un tantino più moderato e un altro delle palle dell’autunno – inverno del 2017: tremendamente comodo, traspirante, fresco, morbido, …

Nel caso in cui non sia stato dimostrato che, sebbene parliamo di scarpe volanti, possono essere scarpe relativamente imbottite, versatili, ecc. Cerca di vedere cosa pensi New Balance 1400 v5, così valido per flirtare con i ritmi vertiginosi del 3 ‘/ km come servizio di mezza maratona o anche di maratona se hai una buona tecnica.

 

Scarpe da corsa da trail

Finora, tutto quello che abbiamo visto è principalmente per asfalto, ma sappiamo che molti di voi amano correre in montagna, quindi vi diamo anche alcuni suggerimenti.

Per i terreni che non sono troppo complicati e pensando di essere scarpe polivalenti che possono essere utilizzati per lunghe tirature come si desidera, si inizia forte con il rinnovato New Balance Fresh Foam Iron Foam v3 e la sua tomaia sorprendente con HypoSkin e il formato di avvio.

Se si apprezza la resistenza e che sono praticamente indistruttibili, provare uno della famiglia Terrex di Adidas, anche se abbiamo una certa predilezione per il Adidas Terrex Tracerocker che, anche se sono un po ‘meno famosi di Adidas Terrex Agravic, dare molto e hanno un prezzo più contenuto.

Se stai pensando di gareggiare o andare più veloce, devi assolutamente prendere in considerazione la Sportiva e in particolar modo due modelli della casa produttrice italiana; La Sportiva Akyra, scarpe adatte anche per lunghe distanze che hanno rivoluzionato il mercato l’anno scorso e le classiche La Sportiva Bushido più leggere e adatte a percorsi più corti. Entrambi i modelli ti permettono di correre su qualsiasi terreno e avere la massima stabilità grazie al loro eccellente grip.

Sicuramente sarai sorpreso se ti raccomandiamo le Nike Wildhorse 4 in quanto non si parla molto di esse, ma se cerchi una scarpa polivalente utile un po per tutto, la Nike Wildhorse può essere quella giusta.

Chiudiamo questo articolo con due classiche che abbiamo lasciato apposta alla fine, le polivalenti, le stabili e tipiche “scarpe per tutto”, Salomon Wings Pro 3 e, una delle regine dei terreno fangosi, le Salomon Speedcross 4 che si trovano anche nella versione impermeabile grazie alla membrana in Gore-Tex® (Salomon Speedcross 4 GTX) oppure con trattamento repellente grazie alla membrana ClimaShield (Salomon Speedcross 4 CS).

Ti è rimasto qualche dubbio?

Puoi scoprire di più leggendo le descrizioni delle scarpe dal catalogo di scarpe da running da donna su Runnics oppure usare il PerfectMatch™ per scegliere la scarpa più adeguata a te.